è così che ci chiamano, al giorno d'oggi

14 febbraio 2006

Anche se mi risolvo non mi assolgo



Lo so, è tanto che non ci vediamo. "Dove siete spariti, il fango vi ha lasciato giusto fra i detriti?". No, in realtà sono solo un po' scomparso e un po' morto. C'è chi addirittura mi ha avvistato sul palco assieme ai Piano Magic... ma d'altronde da uno dei due Fratelli Pace non ci si può aspettare paragoni azzeccati.
In realtà la violenza quotidiana obbliga all'essenziale, e il blog - come spero saprete - non lo è. Ma. Ci sono alcune cose di cui vorrei informarvi. Molto carine. Sono tre, come i giorni dopo cui Cristo risorse. Ovviamente gli mandiamo un saluto - a Cristo, dico - e dopodichè ci sbattiamo di nuovo nelle nostre consuete e coercitive faccende. Aspettando il giorno in cui "oggi mi prendo una pausa e la dedico a te".

1. Indie-girls: blog essenziale e definitivo. Guardate e godete (pure voi femminucce che, diciamolo, se amate l'indie-rock non avete alcunchè da lamentarvi, visto lo sbilanciamento in materia).
2. Band manifesto: indie marketing manager (?), head of operations (!), brand manager (...), andate nella sezione video e imparate come si trasforma un buon gruppo in una band superstile.
3. The Man Feels Manly: non serve aggiungere altro.

3 Comments:

Anonymous Anonimo said...

...dove seguire il violento cammino dei giorni???
ciao angioletto ci si vede domani, ma sul tardi però...ricordati i pantaloni agghiaccianti...;-P

1:57 PM

 
Anonymous jeangiani said...

obladì obladà carlo..si si vede da ibaustelle (come sempre!) il 24!
evviva le indie girls

ste

7:27 PM

 
Blogger Silvia said...

bel blog quello delle indiegirls!

8:25 PM

 

Posta un commento

<< Home