è così che ci chiamano, al giorno d'oggi

15 settembre 2006

BNA#3: Saxon Shore


Philadelphia non è in Texas. Non è la patria di George W. Non è nemmeno in Scozia, Glasgow City. Philadelphia è in Transilvania. Laggiù non ci immaginiamo spiagge assolate dove surfisti a petto nudo cavalcano le onde e domano tipe rifatte che sculettano per la sabbia. Eppure esiste una spiaggia. Sassone. Una spiaggia dai contorni postnucleari, nata dopo una serie di esplosioni nel cielo. Una morte squisita. Che cinque ragazzi hanno deciso di pitturare a colpi di crescendo, traiettorie oniriche, quello che conosciamo bene e che amiamo. Cuori romantici pronti a spezzarsi, fate posto ai Saxon Shore e al loro "The Exquisite Death Of Saxon Shore". L'ultimo e magnifico episodio di quel post-rock. Aspetteremo ancora molto per vederli dal vivo (nessuna data in Europa) e per poter acquistare il loro disco in qualche negozio (nessuna distribuzione, a quanto pare, fino ad oggi). Ma ci faremo bastare l'ascolto in streaming di "The Shameless Moment" e "Isolatedbythesecrets" per sognare. E ancora.

Ascolta: myspace
Altro: il sito ufficiale

4 Comments:

Anonymous m. said...

oh
oh
oh

ecco

bene

sai

10:39 AM

 
Blogger carlo said...

m, l'ho scritto pensandoti.

1:37 PM

 
Blogger Enver said...

grande/i

11:43 AM

 
Anonymous alby said...

ciao volevo segnalarti questo community blog su tutto ciò che rappresenta la musica nella vita delle persone (si possono pubblicare articoli senza alcuna registrazione):
www.Emosuoni.com
Facci un salto se ti va e magari pubblica pure qualche tuo post, tanto puoi anche linkare il tuo blog.
A presto!

5:56 PM

 

Posta un commento

<< Home