è così che ci chiamano, al giorno d'oggi

04 novembre 2006

Distanze, non ci sono più distanze

Come un ritornello di un tormentone estivo, questa canzone ("L'amore al tempo...") gira nelle mie orecchie in continuazione. Sarà l'accento romagnolo? Il testo buffo e intelligente? Quel faire alla Lunapop mascherato da indie? O semplicemente il fatto che una bella pop-song leggera e ben fatta ci voleva, in questo momento? Forse tutto questo assieme. E va bene così, in fondo. Chè tanto io l'amore al tempo del telefono fisso l'ho vissuto di striscio. E quello al tempo del cellulare quasi quasi penso non esista.

Update: C'è anche il video, perdutamente lo-fi. Pochi mezzi, una idea, divertirsi e via. Per niente trash.

10 Comments:

Blogger Dietnam said...

frocio te ghe sarè tì!

11:10 AM

 
Blogger Enver said...

per me lo siete tutti e due, però max di più. anzi, tutti e tre con me.

mesi fa: http://indiepop.it/articoli/newcomers_13.htm

2:51 PM

 
Blogger bottlebaky said...

..ma forse non guasterebbe stare un pò lontano da te...


grazie Grande Capo...

bottlebaky..

4:37 PM

 
Anonymous sa. said...

"E quello al tempo del cellulare quasi quasi penso non esista" ma dai che secondo me sta volta ce la fai, sei un bel ragazzo dopo tutto.

6:39 PM

 
Anonymous m. said...

francamente non mi tocca (e non dire "sapevo")

tornando a cose interessanti, come sta la vacca?

la mandiamo da carla bozulich?

7:10 PM

 
Blogger carlo said...

sapevo :-)

lei... sta bene. ma è un periodo di magra. e di finanziaria. si fa quel che si può.

7:14 PM

 
Blogger carlo said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

7:15 PM

 
Anonymous Anonimo said...

le distanze ci sono eccome!!!! Paradossalmente siamo molto più soli adesso che non un tempo...msn per esempio, crea distanze non avvicina perchè ti da un surrugato, un illusione di quello che è il contatto fisico visivo di una conversazione.
A casa di fronte a uno schermo o con in mano un cellulare ad aspettare un sms siamo molto più soli e distanti rispetto a quando per incontrarsi si scendeva in strada o in una piazza...e poi se un tipo ti stava ti stava sul culo mica lo potevi bloccare.

8:10 PM

 
Blogger carlo said...

più che distanze, credo che adesso ci sia straniamento. deformazione dei rapporti. mutamento genetico del porsi reciprocamente. certo stiamo più in contatto con certe persone, ma questa "quantità" non è necessariamente una "qualità". io per esempio odio msn messanger. (ma certi sms sono una cosa bellissima).

8:17 PM

 
Anonymous Anonimo said...

beh il pasta dice (cito una sua spilletta) sms is a devil...
e credo abbia ragione, sono un'arma a doppio taglio, non credi?

8:34 PM

 

Posta un commento

<< Home